logo

Cure ospedaliere ancora più vicine ai pazienti

IL NUOVO PIANO STRATEGICO DELL'EOC - Conferenza alla BSCT con i vertici dell'Ente ospedaliero cantonale nell'ambito del ricostituito club dei diplomati dell'Executive Master in Business Administration della SUPSI

Supsi
Luca Bordonzotti, Giorgio Pellanda, Adriana Degiorgi, Paolo Sanvido, Maurizio Uysal e Nadia Bregoli.
 
17
maggio
2018
11:40
Red. Online

BELLINZONA - Cure ospedaliere ancora più vicine ai pazienti. Esposto a Bellinzona, in occasione del ricostituito club dei diplomati EMBA (Executive Master in Business Administration) della SUPSI, il nuovo piano strategico dell'Ente ospedaliero cantonale (EOC).

Nella serata di ieri, mercoledì 16 maggio, all'Auditorium di BancaStato a Bellinzona, si è tenuto l'evento di ritrovo dei diplomati dell'Executive Master in Business Administration SUPSI (Club EMBA), che dopo alcuni anni di assenza, è ripartito con questo momento d'incontro dedicato alla presentazione del nuovo piano strategico dell'Ente Ospedaliero Cantonale.

Tra i relatori erano presenti i vertici dello stesso EOC: il presidente del CdA Paolo Sanvido, il CEO Dr. HSG Giorgio Pellanda, il capo area supporto di direzione Adriana Degiorgi, nonché il responsabile dipartimentale e membro di direzione di BancaStato Luca Bordonzotti.

Durante i lavori è emerso che alla base della strategia di direzione dell'Ente ospedaliero cantonale c'è la volontà di voler promuovere una sempre maggiore attenzione nei confronti dei pazienti negli ospedali pubblici ticinesi. Un'evoluzione strategica che sta vivendo una fase di analisi che va di pari passo con lo sviluppo dei servizi medico-tecnici all'interno degli ospedali e che vedrà nel corso dei prossimi mesi nuovi concreti cambiamenti. L'incontro, con la partecipazione di una cinquantina di partecipanti, si è rivelato un successo. Lo ha sostenuto l'associazione cappello SUPSI Alumni, che ha già in programma un nuovo evento per il mese di settembre.

Prossimi Articoli

Inaugurata la Centrale comune d'allarme

Con un investimento di 27 milioni di franchi riunisce il Centro comune di condotta, la Centrale operativa della Polizia cantonale, il Comando e la Centrale operativa del Corpo delle Guardie di confine nonché il Segretariato professionale della Federazione

Edizione del 19 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top