logo

Grigioni? “Cantone di intrallazzi”

Il candidato al Governo retico Linard Bardill non le manda a dire, definendo il suo cantone come tribale: "In Sicilia si parlerebbe di omertà"

http://www.bardill.ch/
 
13
maggio
2018
13:03
ats

COIRA - I Grigioni sono una società tribale, caratterizzata da rapporti di dipendenza, gerarchie e tabù sui quali non si parla: è il giudizio di Linard Bardill, scrittore e cantautore candidato anche al Governo retico.

"In Sicilia si parlerebbe di omertà", afferma in un'intervista pubblicata oggi dal SonntagsBlick il noto artista 62enne che vive a Scharans (GR), non lontano da Thusis, che denuncia quelli che considera "intrallazzi".

Bardill non esita fra l'altro a parlare di "atto di terrorismo di stato" in relazione all'arresto di Adam Quadroni, l'impresario che ha fatto esplodere lo scandalo delle intese cartellistiche che hanno coinvolto alcune imprese grigionesi e che finì in manette - e poi in clinica psichiatrica - nel giugno 2017 dopo una segnalazione di esposizione a pericolo. "La tribù non vuole eliminare gli inciuci, bensì colui che li rende noti", commenta Bardill.

Padre di cinque figli con studi in teologia, Bardill è in corsa come indipendente per l'elezione del governo grigionese, in programma il 10 giugno. Con un passato caratterizzato da simpatie anarchiche, nel 1992 ha lottato contro lo Spazio economico europeo (SEE) e non ha cambiato opinione: "il federalismo e la sovranità popolare sono decisivi", afferma.

Edizione del 20 maggio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top